Sindrome del Tunnel Carpale

Cos’ è? E’ la frattura di un osso del carpo, scafoide, indispensabile per la stabilità ed il movimento del polso: se la frattura non viene diagnosticata e quindi non curata lo scafoide non si consolida e si parla di pseudartrosi dello scafoide, meglio denominata con il termine inglese di “non union”.

I disturbi: chi è presenta questa frattura è un paziente che ha sicuramente riportato un trauma recente a livello del polso ed ha ha iniziali dolori localizzati al polso, difficoltà a sollevare e trasportare pesi per la presenza di vivo dolore e impossibilità di eseguire semplici manovre che necessitano della rotazione della mano (es. girare una chiave). L’ indagine radiologica deve essere mirata al tipo di patologia, diversamente è difficilmente rilevabile se non da uno specialista di Chirurgia della mano.

Cura: la soluzione è conservativa o chirurgica

Tunnel Carpale - chirurgia endoscopica

– nell’ affezione iniziale può essere sufficiente l’ applicazione di un tutore ortopedico su misura da applicare sul lato dorsale della mano e dell’ avambraccio , in modo da evitare i movimenti del polso e lasciando comunque libere le dita di muoversi

– nell’ affezione grave e cronica è opportuno l’ intervento chirurgico che libera il nervo dalla costrizione derivante dall’ ispessimento del legamento; l’ intervento viene eseguito in regime di Day Surgery con la nuova tecnica endoscopica, per questo è assolutamente mini-invasivo ed il paziente, immediatamente dopo, può già muovere la mano: prima si interviene, più rapido sarà il recupero della conduzione nervosa

Rassegna stampa:
Corriere della SeraChirurgia d’ avanguardia per il tunnel carpale